Pubbliche relazioni tradizionali vs Digital PR

Pubbliche relazioni tradizionali vs Digital PR

Digital PR e pubbliche relazioni
Non tutte le pubbliche relazioni con i media sono uguali.

Nel mondo digitale di oggi, le aziende hanno bisogno di essere agili ed adattabili ad un panorama dei media in continua evoluzione per assicurarsi che il messaggio del loro marchio sia recepito.
Quello che una volta funzionava nel mondo della stampa tradizionale può essere difficile da tradurre in una mentalità digitale. Al contrario, ciò che funziona nel mondo digitale non sempre si potrà perfettamente rendere nella stampa tradizionale.

Gli esperti di marketing sono stati rapidi nel regolare il passaggio dalla comunicazione tradizionale a quella digitale, ma non vi è alcuna risposta su quale forma di Pubbliche Relazioni potrà funzionare meglio per un determinato business.

Cosa sono le Pubbliche Relazioni?
Le pubbliche relazioni sono un processo di comunicazione strategica che costruisce un rapporto reciprocamente vantaggioso tra un’organizzazione ed il suo pubblico. In altre parole le pubbliche relazioni sono narrazione (storytelling) strategica sia che si tratti della loro forma tradizionale che digitale. La differenza tra le due forme sta nel modo in cui le relazioni sono costruite e nei canali attraverso i quali si raggiunge il pubblico di riferimento.

Pubbliche Relazioni tradizionali
Le pubbliche relazioni tradizionali operano sotto molti cappelli e contano diverse iniziative come la pianificazione di eventi, la scrittura e la distribuzione del comunicato stampa alla rete dei contatti media.
In sintesi le PR tradizionali mirano a sensibilizzare l’opinione attraverso la costruzione di forti relazioni con i principali attori dei media tradizionali (stampa, televisione…), utilizzando questi rapporti per favorire la copertura mediatica dei loro clienti. Personalmente, le definisco markette di scambio!
In termini di audience portata, la PR tradizionale può essere estremamente efficace, ma è estremamente difficile misurarne il successo.
Con un posizionamento stampa tradizionale, è quasi impossibile rintracciare l’esatta quantità di spettatori corrispondenti al target di riferimento che leggono un articolo.
Piuttosto che concentrarsi su numeri specifici, le PR tradizionali analizzano il successo soprattutto sul dove (quale media tradizionale l’ha rilanciato), in base al contenuto dell’articolo (la marca è ritratta positivamente?) e la penetrazione complessiva del messaggio (quante volte è comunicato il messaggio chiave nell’articolo?).
Detto questo, le PR tradizionali si estendono ben oltre i semplici posizionamenti multimediali e possono risultare in ogni caso efficaci per creare un’immagine positiva del marchio e raggiungere un pubblico potenzialmente ampio.

Digital PR (pubbliche relazioni digitali)
Analogamente alla forma tradizionale, le Digital PR si basano sulla costruzione strategica di un rapporto.
Il vantaggio principale è la possibilità di quantificare i contatti (siano essi visite, visualizzazioni, interazioni, condivisioni, ecc.), il posizionamento e la pervasività costruendone un valore misurabile (soddisfazione degli indicatori di performance).
Con questa importante base di marketing digitale, le Digital PR sfruttano efficacemente i collegamenti con la nuova era di giornalisti e scrittori che popolano il web, i blogger e gli influencer che al giorno d’oggi tendono ad avere altrettanto peso, e in alcuni casi anche maggiore, rispetto ai loro omologhi tradizionali.
Le Digital PR lavorano per costruire un’opinione (non solo un’immagine) positiva del marchio attraverso la generazione di notizie, contenuti, conversazioni originati da persone (influencer) percepite come più indipendenti rispetto alla marca oggetto di comunicazione e in grado di influenzare l’opinione ed ampliare la base di potenziali utenti in target.
Oltre alla rapidità dei tempi con cui le Digital PR possono diffondere un messaggio e creare visibilità, il loro lavoro fondamentale sarà quello di costruire e gestire la reputazione della marca (brand reputation) attraverso una serie di interazioni che potranno, anche, di riflesso essere sfruttate per dare importanti linee guida al cliente.

Digital-PR

Pertanto, le pubbliche relazioni tradizionali sono ancora efficaci in un mondo digitale? E le Digital PR sono sufficienti a costruire una solida base per un marchio?
La risposta corretta non esiste e dipenderà fondamentalmente dagli obiettivi che il marchio vuole raggiungere, e talvolta sarà necessario anche un compromesso fra entrambe le forme di comunicazione.